Sentiero Pian Geirètt – Capanna Scaletta impraticabile

La Società Apinistica Ticinese (SAT), sezione Lucomagno, comunica quanto segue:

il sentiero che collega Pian Geirètt alla Capanna Scaletta (2’205 m s/m) è momentaneamente impraticabile a causa dei detriti smossi dalle forti precipitazioni di queste ore e che ostruiscono i tubi del ponte che permette l’attraversamento del Brenno della Greina.
Fra un paio di giorni, visto che da domani la meteo volge al bello, la situazione dovrebbe rientrare alla normalità. Fino ad allora la Capanna Scaletta è raggiungibile via Capanna Motterascio così come il rientro verso Campo Blenio.

Si invitano i gentili escursionisti a voler prendere buona nota di quanto sopra esposto.

Ulteriori informazioni:
Gruppo Gestione Sentieri del Bellinzonese e Alto Ticino
Contrada Cavalier Pellanda 4
Casella postale 1436
CH-6710 Biasca
Tel.  +41 91 914 29 21

Sabato 15 giugno 2019 riapre la Capanna Scaletta!

Dopo l’apertura, sabato 8 giugno, del Ristoro Capanna Dötra, il prossimo 15 giugno sarà la Capanna Scaletta a riaprire le proprie porte per affacciarsi alla nuova stagione estiva 2019.
Ricordando i propositi espressi in occasione dell’ultima Assemblea generale per un sempre benvenuto volontariato a favore della nostra SAT, il Comitato invita Socie, Soci e simpatizzanti interessati a contribuire ai lavori necessari all’apertura della Capanna ad annunciarsi a Desy (076.679.43.45) o Marcello (078.613.04.06) al più presto, in modo che vi possa essere il coordinamento per le diverse attività che, sommariamente sono le seguenti:

  • carico e scarico legna
  • verniciatura tavoli
  • pulizia rifugio

A tutti i volontari sarà offerto il pranzo.


Trovate maggiori informazioni sulla Capanna sotto la rubrica www.satlucomagno.ch/wordpress/capanna-scaletta o sul nuovo sito www.capanneti.ch/it/capanne/scaletta

Vi aspettiamo numerosi per dare insieme il via alla stagione estiva 2019!

Uscita alla Capanna Scaletta per i Ticino Rockets

Nelle giornate di venerdì e sabato 27 e 28 luglio, i Ticino Rockets hanno avuto l’occasione di vivere due giorni all’insegna del team building immersi nella natura ticinese.

Nella mattinata di venerdì, i ragazzi hanno affrontato i test fisici, mentre a partire dalle 14.30 sono stati ospiti alla Casa Greina a Campo Blenio, dove in collaborazione con la SAT Lucomagno, hanno organizzato dei giochi e una merenda offerta.

Nel tardo pomeriggio i ragazzi si sono recati alla Capanna Scaletta, dove hanno trascorso la notte in un meraviglioso contesto alpino.

«Questo evento alla Capanna Scaletta», dice il coach Jan Cadieux, «come tutti i momenti che riusciamo a trascorrere insieme lontano da una pista di ghiaccio, è molto importante per il bene del nostro gruppo: ci permette di scoprire dei bellissimi luoghi in Ticino creando allo stesso tempo relazioni e situazioni che ci legheranno e rafforzeranno ulteriormente, e che ci aiuteranno così ad affrontare al meglio la nostra stagione sul ghiaccio. Lo scopo di questi due giorni è quindi quello di instaurare quella complicità tra giocatori e staff necessaria a renderci una vera squadra di combattenti.»
fonte: www.tirockets.ch

Scaletta paradiso dei radioamatori

Porte aperte per conoscerci: è questo il motto della manifestazione promossa dal nuovo gruppo di Sostegno Radio Ticino, che si è tenuto alla Capanna Scaletta lo scorso 21 e 22 luglio e organizzata in collaborazione con la SAT Lucomagno.

Ispirato da una visita alla stazione Notfunk di Basilea, il gruppo coordinato da Riccardo Heim del radio club HB9EI, è composto da radioamatori ticinesi che, nel medio-lungo termine, intendono fornire uno o più ponti radio in supporto a enti di soccorso e popolazione nel caso in cui le strutture tradizionali venissero meno alla loro efficienza.

L’obiettivo primario è però stato quello di “creare attività radio” in compagni di alpinisti ed escursionisti, per conoscere e farsi conoscere. In occasione dell’evento, per tutti gli interessati presenti o di passaggio nella regione della Greina, sono state predisposte due stazioni radio dedicate alle comunicazioni locali (Ticino) e a lunga distanza (Europa e oltre).

Domenica alle 5:00 di mattina c’è stato il momento ideale per provare i contatti con gli amici radioamatori americani sfruttando le condizioni di riflessione delle onde radio inviate dall’altra parte del globo dove, per i fusi orari, sarà ancora sera.

Oltre a far riscoprire il fascino della radio, questi due giorni sono stati anche un’ottima occasione per fornire risposte a colore che nutrono curiosità sul tema per prendere contatto con chi fosse interessato al progetto.
fonte: LaRegione, articolo del 18 luglio 2018