Passo del Lucomagno: esercitazione di salvataggio

Allo scopo di testare la prontezza d’intervento a seguito di un avvenimento lungo la strada del Passo del Lucomagno la Pro Lucomagno ha svolto mercoledì 12 febbraio 2020 dalle 18:00 alle 23:30 un esercizio di salvataggio in scala 1:1.

L’allarme (fittizio), lanciato al 117 alle 18:55 da un automobilista che stava percorrendo la strada del Passo e che ha visto davanti a sé la carreggiata invasa da una valanga, ha coinvolto i partner della protezione della popolazione e conseguentemente le strutture di condotta e il personale preposto al salvataggio. Questi ultimi hanno dovuto operare in uno scenario che prevedeva la caduta di una valanga lungo la strada del Passo, con il coinvolgimento di un’auto e di un camper.

L’esercizio, diretto da un quadro superiore della Polizia cantonale in stretta collaborazione con il Servizio della protezione della popolazione del Dipartimento delle istituzioni, ha visto l’impiego di un’ottantina di soccorritori provenienti dagli Enti partner della protezione della popolazione, oltre che di figuranti (messi a disposizione della Scuola Svizzera di Sci Blenio, per simulare i passeggeri dei veicoli) per rendere il tutto verosimile. In particolare hanno collaborato: la Polizia cantonale, i corpi pompieri di Biasca e di Olivone con i loro specialisti dell’unità di intervento tecnico (UIT), i servizi d’autoambulanza, l’organizzazione di protezione civile delle Tre Valli, il soccorso alpino svizzero, la REGA e la Pro Lucomagno con il proprio personale del servizio tecnico.

Grazie allo scenario predisposto si è potuto testare l’attivazione della catena d’allarme e allenare il coordinamento, così come la condotta di un dispositivo d’urgenza al fronte, denominato SMEPI (Stato maggiore degli enti di primo intervento). La direzione d’esercizio ha messo l’accento sulle modalità (tecnico/tattiche) di intervento e sulle capacità di condotta, quali elementi fondamentali per riuscire ad affrontare questo genere di situazioni.

L’esercitazione, organizzata nell’ambito delle attività della Commissione dell’istruzione della protezione della popolazione (CT istr PP), ha avuto un riscontro molto positivo e ha permesso d’identificare alcuni spunti di miglioramento che verranno ora elaborati e conseguentemente implementati.

Prevenzione sulla neve: serata con la SAT Lucomagno

di Samantha Ghisla – LaRegione, 2 dicembre 2019
Durante certi inverni si fa attendere, mentre quest’anno è caduta copiosa fin dal primo fine settimana di novembre. Al punto che l’allerta valanghe ha raggiunto in breve tempo il grado 4 su 5 per tutto il Sopraceneri. Ma indipendentemente dalla quantità, l’aspetto fondamentale per chiunque voglia praticare attività sulla neve è la prevenzione. È infatti questo il tema su cui si focalizzerà la serata pubblica organizzata dalla Colonna di soccorso della Società alpinistica ticinese (SAT) Lucomagno.
Venerdì 6 dicembre (ore 18.45) il nuovo centro per lo sci nordico di Campra ospiterà la conferenza di un soccorritore della colonna che illustrerà in modo accessibile a tutti gli aspetti fondamentali da tenere presente prima di un’uscita sulla neve.

L’importanza del Bollettino
Alla serata, precisa il Capo colonna Stefano Scapozza, parteciperanno anche i soccorritori della colonna per un aggiornamento su questi argomenti. Ma viene in particolare proposta per avvicinare e sensibilizzare diverse categorie di persone. Come chi pratica sci alpinismo, freeride (sci fuori pista), escursioni con le ciaspole, ma anche chi si sposta utilizzando la motoslitta, che potrebbero sottovalutare i pericoli a cui vanno incontro senza l’adeguata prevenzione.
Tra i temi che verranno affrontati, l’importanza di consultare e ben interpretare il Bollettino dei pericoli naturali e in particolare quello relativo alle valanghe, che riferisce l’eventuale grado di pericolo. Si va dal grado nullo o debole fino a quello molto forte. Il Bollettino, pubblicato due volte al giorno (alle 8 e alle 17) dall’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe (SLF) di Davos è consultabile sul proprio computer e smartphone con l’app White Risk o tramite il sito o l’app di MeteoSvizzera. Dal quarto grado, quello forte, viene ad esempio sconsigliato di uscire sulla neve.

Per partecipare alla serata gratuita è gradita la riservazione tramite formulario online sul sito www.satlucomagno.ch. Dopo la conferenza possibilità di fermarsi a cena fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Formulario di iscrizione


Autorizzazione al trattamento dei dati personali
Il/La sottoscritto/a autorizza il trattamento dei propri dati personali in seno alla SAT Lucomagno per le finalità connesse alla tenuta del registro dell’evento.
A livello generale fa stato la legislazione federale sulla protezione dei dati.