Prevenzione sulla neve: serata con la SAT Lucomagno

di Samantha Ghisla – LaRegione, 2 dicembre 2019
Durante certi inverni si fa attendere, mentre quest’anno è caduta copiosa fin dal primo fine settimana di novembre. Al punto che l’allerta valanghe ha raggiunto in breve tempo il grado 4 su 5 per tutto il Sopraceneri. Ma indipendentemente dalla quantità, l’aspetto fondamentale per chiunque voglia praticare attività sulla neve è la prevenzione. È infatti questo il tema su cui si focalizzerà la serata pubblica organizzata dalla Colonna di soccorso della Società alpinistica ticinese (SAT) Lucomagno.
Venerdì 6 dicembre (ore 18.45) il nuovo centro per lo sci nordico di Campra ospiterà la conferenza di un soccorritore della colonna che illustrerà in modo accessibile a tutti gli aspetti fondamentali da tenere presente prima di un’uscita sulla neve.

L’importanza del Bollettino
Alla serata, precisa il Capo colonna Stefano Scapozza, parteciperanno anche i soccorritori della colonna per un aggiornamento su questi argomenti. Ma viene in particolare proposta per avvicinare e sensibilizzare diverse categorie di persone. Come chi pratica sci alpinismo, freeride (sci fuori pista), escursioni con le ciaspole, ma anche chi si sposta utilizzando la motoslitta, che potrebbero sottovalutare i pericoli a cui vanno incontro senza l’adeguata prevenzione.
Tra i temi che verranno affrontati, l’importanza di consultare e ben interpretare il Bollettino dei pericoli naturali e in particolare quello relativo alle valanghe, che riferisce l’eventuale grado di pericolo. Si va dal grado nullo o debole fino a quello molto forte. Il Bollettino, pubblicato due volte al giorno (alle 8 e alle 17) dall’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe (SLF) di Davos è consultabile sul proprio computer e smartphone con l’app White Risk o tramite il sito o l’app di MeteoSvizzera. Dal quarto grado, quello forte, viene ad esempio sconsigliato di uscire sulla neve.

Per partecipare alla serata gratuita è gradita la riservazione tramite formulario online sul sito www.satlucomagno.ch. Dopo la conferenza possibilità di fermarsi a cena fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Formulario di iscrizione


Autorizzazione al trattamento dei dati personali
Il/La sottoscritto/a autorizza il trattamento dei propri dati personali in seno alla SAT Lucomagno per le finalità connesse alla tenuta del registro dell’evento.
A livello generale fa stato la legislazione federale sulla protezione dei dati.

La Colonna di soccorso ha bisogno di voi!

La Colonna di soccorso della SAT Lucomagno, attiva sul comprensorio dei Comuni di Acquarossa e Blenio, é sempre alla ricerca di volontari disposti a dare una mano in caso di necessità!
Consultate quì il programma di formazione 2019/2020.
Se siete interessati a partecipare a una delle date, volete diventare membri o se semplicemente desiderate maggiori informazioni scrivete a info.colonna@satlucomagno.ch.

Vi aspettiamo per una serata aperta a tutti dedicata alla prevenzione sulla neve il prossimo venerdì 6 dicembre 2019 alle 18:45 presso il nuovo centro Campra Alpine Lodge & Spa!

GREINA TRAIL – SECONDA EDIZIONE SUPER!

articolo rivistaVivere la montagna numero 178 luglio – agosto 2019

LA SECONDA EDIZIONE, CHE SI TERRÀ IL 25 AGOSTO 2019 A CAMPO BLENIO SARÀ SUPER SOTTO MOLTI ASPETTI. UNO DEI QUALI È IL NUOVISSIMO PERCORSO SUPER GREINA TRAIL DI 55 KM CHE VA A TOCCARE E COLLABORARE CON LE CAPANNE ALPINE PRESENTI SUL TERRITORIO!

Quest’anno il Greina Trail, oltre alle classiche due categorie, 27 km e Walking di 16 km, offre la sfida dei 55 km! Per i più piccoli, divertimento assicurato con il Greina Trail Kids, una caccia in Pineta Saracino a Ghirone.
Il percorso 55 km tocca delle importanti strutture della nostra regione, le Capanne Alpine, e le incontra così: Capanna Bovarina (UTOE): Si trova in Val di Campo, all’inizio dell’Alpe di Boverina. Vicinissima al lago Retico accoglie escursionisti pernottanti e non, offrendo anche la possibilità di rifocillarsi serviti dai capannari Yvonne e Loris con i loro aiutanti. www.capannabovarina.ch

Capanna Scaletta (SAT Lucomagno): Piazzata su un balcone naturale sovrastante Pian Geirett, è la capanna più a nord del Ticino. Ai Piedi dell’altipiano della Greina offre una vista mozzafiato sulla Valle Camadra. I capannari Desy e Marcello sono pronti ad accogliervi con le loro leccornie. www.facebook.com/capannascaletta

Capanna Terri (SAC Piz Terri): Situata nel Canton Grigioni ed offre un panorama unico sulla Val Sumvitg fino al Tödi. La capanna prende il nome dal Piz Terri, una delle vette più alte della regione della Greina ed è il punto di entrata alla Greina dal versante nord. Doris e Toni vi aspettano per rifocillarvi ed offrirvi un pasto caldo. www.terrihuette.ch

Capanna Motterascio (CAS Ticino): Sotto gli occhi vigili di alcuni pizzi, tra i quali il Terri e il Coroi, è possibile gustarsi il panorama mozzafiato con il maestoso lago di Luzzone, chiuso dalla Diga. Simone e il suo staff vi accoglieranno a braccia aperte per una bella merenda e non solo! www.capannamotterascio.casticino.ch

Non esitate, iscrivetevi al Greina Trail 2019 e visitate le Capanne del territorio, che sapranno offrirvi mille emozioni! www.greinatrail.ch.
Vi aspettiamo a Campo Blenio, Valle di Blenio!

Colonna Soccorso Olivone – Corso di formazione

nei boschi di Roccabella, Dongio

Esercizio prettamente pratico quello svoltosi martedì 30 aprile nella zona di Roccabella a Dongio, che ha visto coinvolti 15 soccorritori.
Tra le varie tipologie di intervento la ricerca sul terreno, tema della serata, è forse quello più frequente alle nostre latitudini.
Raccogliere le prime informazioni importanti, contattare parenti e testimoni, radunare i soccorritori, organizzare il materiale, prendere coscienza dell’area di ricerca e dei possibili rischi e distribuire gli incarichi in base al numero e alle capacità di ognuno sono tra i compiti principali del Capo Intervento. Un ruolo difficile che va allenato e per il quale vengono organizzati corsi specifici a livello cantonale.
Esercitazioni come queste aiutano i soccorritori a capire le dinamiche di un intervento e cosa succede quando ci si muove su un terreno “scomodo”.
È possibile infatti confrontarsi con una realtà – la ricerca di un disperso in un luogo impervio e spesso sconosciuto, che non va mai sottovalutata.
Vengono affrontati aspetti riguardanti la sicurezza, le modalità di spostamento, le comunicazioni radio, le tempistiche, la gestione delle risorse.
Il lavoro di squadra e il contributo di ognuno sono indispensabili non solo alla buona riuscita dell’esercizio (o dell’intervento), ma anche alla motivazione del gruppo.

Nella speranza che anche le prossime esercitazioni godranno di un buon numero di presenze, ringraziamo tutti i partecipanti e vi invitiamo a consultare il programma annuale della Colonna di soccorso di Olivone.

Colonna Soccorso Olivone – Corso di formazione invernale

© Filippo Genucchi

Domenica 27 gennaio un gruppo di soccorritori guidati da Danny Caron, Filippo Genucchi e Alex Gianella ha svolto come da programma il corso di formazione invernale nei pressi di Acquacalda.
L’attenzione é stata posta su aspetti tecnici – le nuove modalità di sondaggio in caso di ricerca in valanga e l’ancoraggio con corpo morto, aspetti teorici – la lettura del terreno, la riduzione del rischio, le tipologie di neve, e aspetti sanitari – come comportarsi in caso di disseppellimento di una vittima.

Il programma annuale della Colonna di Soccorso di Olivone é consultabile sotto la sezione “Colonna di Soccorso“. Maggiori informazioni sono ottenibili scrivendo all’indirizzo info.colonna@satlucomagno.ch 

Colonna Soccorso Olivone – Formazione estiva

Lo scorso sabato 28 luglio si é svolta l’annuale giornata di formazione estiva organizzata dalla Colonna di Soccorso di Olivone. Quest’anno l’esercitazione é stata suddivisa in una prima parte teorica nei pressi di Piera e in una seconda parte di applicazione pratica nella zona di Dötra. Due i principali temi trattati: l’aspetto sanitario, curato da Alex Gianella, dove ai soccorritori sono state presentate le novità contenute nel sacco sanitario e il loro impiego. Per quanto riguarda invece gli aspetti tecnici Filippo Genucchi, che per l’occasione ha sostituito il responsabile tecnico Danny Caron assente per motivi personali, sulla base delle esperienze raccolte negli ultimi esercizi cantonali proposti dalla SaTi e considerata la morfologia del territorio che vuole il Ticino un cantone dove prevalgono gli interventi di ricerca, ha focalizzato la teoria sull’ottimizzazione del materiale contenuto nel “sacco del soccorittore”. Lo scopo della formazione era quello di riuscire a muoversi sul terreno in modo più efficace. Il programma annuale della Colonna di Soccorso di Olivone é consultabile sotto la sezione “Colonna di Soccorso“. Maggiori informazioni sono ottenibili scrivendo all’indirizzo info.colonna@satlucomagno.ch